Cannella

La CANNELLA (Cinnamomum zeylanicum, Cinnamomum verum e Cinnamomum cassia). deriva da una pianta  sempreverde della famiglia delle Lauracee ed è una delle spezie più antiche, di origine orientale ma diffusa in tutto il mondo. Si ricava dal fusto e dai ramoscelli che assumono il classico aspetto di una piccola pergamena color nocciola, una volta liberati del sughero esterno e trattati. 

Oltre all’uso in cucina per il profumo e il sapore caratteristici, la cannella ha diverse proprietà note da secoli e oggi sperimentate o in fase di sprimentazione con lavori scientifici[35]

alto potere antiossidante per il contenuto di tannini, di aldeide cinnamica (nell'olio essenziale), di eugenolo e di canfora,

  • potere antibatterico, in particolare antisettico per le vie respiratorie
  •  effetto antispastico,
  •  capacità di abbassare il colesterolo e i trigliceridi nel sangue,
  •  effetto anti-ipertensione,
  •  regola la glicemia postprandiale sia nei pazienti obesi che in quelli normopeso, può essere d’aiuto come integratore aggiunto a programmi di medicina intgrativa nei pazienti con diabete di tipo 2[36],
  • effetti benefici sui pazienti diabetici: abbassa la glicemia basale a digiuno e il ivello dell’emoglobina glicata, in verità da dimostrare[37],
  •  contribuisce a rallentare l'attività di fermentazione e di lievitazione intestinale che provocano gonfiore, flatulenza e cattiva digestione,
  •  ha un effetto riscaldante,
  •  parziale rallentamento nello sviluppo della malattia di Alzheimer,
  • rallentamento della progressione della malattia di Parkinson,
  • effetti anticancro.