Chi siamo

Benvenuti in Dabòn!

Siamo una azienda semplice con basi solide idee chiare e progetti concreti.

L’abbiamo messa in piedi noi, un ingegnere e un medico internista, giovani amici con alcune passioni, tra cui il cibo, e una esigenza in comune, la buona qualità del vivere.

Non disdegniamo la buona cucina, apprezziamo le tradizioni e non sappiamo rinunciare alle cose buone e belle. Ma – pare sostenesse George Bernard Shaw - le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.

La nostra formazione impostata sugli autentici valori “epicurei” di etica e rigore ci ha indotti ad affrontare con serietà e leggerezza il tema del “fanno ingrassare”. La nostra idea è che sia possibile conciliare il bello e il buono senza farsi male, soprattutto quando si mangia. Nutre la mente ciò che la rallegra (Sant’Agostino).

Dunque abbiamo cercato il modo di preparare qualcosa di buono da mangiare senza nulla sacrificare alla salute. Abbiamo cominciato con i biscotti.

Il medico ha “progettato” alcune ricette buone, gustose e sane ricche di sostanze nutritive utili per l’organismo: grassi buoni, zuccheri buoni, proteine vegetali e fibre (di cui è ghiotta la nostra flora intestinale, quella benefica). L’ingegnere gli ha cucito intorno la ricetta di una azienda agile e veloce, ma solida e seria. Ed ecco nata l’idea e poi la realtà Dabòn!

E via, così sono cresciuti i biscotti Dabòn. Dabòn significa “davvero”, in alcuni dialetti del Nord italia. Quindi “davvero buoni i nostri biscotti”.

Abbiamo perfezionato la produzione, selezionato con cura maniacale le materie prime, scelto i fornitori più seri e scrupolosi preferendo le piccole realtà artigianali del territorio. Abbiamo così ottenuto un prodotto che ci ha convinto, fatto completamente in Italia, anzi a pochi chilometri dalle nostre case.

Ma questo non ci bastava. I calcoli del medico ci dicevano che i biscotti erano tutti a basso indice glicemico (poi spieghiamo di che si tratta), ma la razionalità dell’ingegnere voleva la prova certificata che lo fossero “davvero”.

Così abbiamo fatto certificare i nostri biscotti presso una Istituzione internazionale di indiscusso prestigio, l’Università di Oxford e la Glycemic Index Foundation a Sidney. I risultati sono “davvero” eccellenti e basta guardare i grafici degli indici glicemici, bassissimi, che ovviamente evidenziamo con orgoglio sulle nostre confezioni.

----------------------

L’importanza dell’indice glicemico

Obesità, diabete, malattie autoimmuni e tumori. Queste le forme di malattie “croniche” oggi più insidiose, tutte legate, in qualche modo, alle abitudini di vita e di alimentazione scorrette, in gran parte dovute alla qualità dei cibi che si trovano in commercio.

Mai in nessun altro periodo storico, c’è stata una così larga disponibilità di cibo e di ricchezza, e mai c’è stata una diffusione così alta di patologie croniche, legate al benessere. Un paradosso.

Negli ultimi anni molte ricerche sono state orientate a individuare le cause di queste patologie. Semplificando, possiamo affermare con certezza che uno dei principali imputati come nemico della salute è l’insulina, ormone indispensabile per metabolizzare gli zuccheri, ma micidiale se presente in eccesso nel sangue.

L’insulina viene prodotta in risposta alla assunzione di zuccheri: dopo aver mangiato una certa quantità di zuccheri si verifica nel sangue un picco glicemico al quale segue (nei soggetti sani) un picco insulinico.

Ogni alimento ha caratteristiche tali da provocare un diverso picco glicemico (e quindi insulinico). Questa diversità è ben espressa dal cosiddetto “indice glicemico”. Più è alto e più insulina viene prodotta dall’organismo dopo la sua assunzione. Più è basso e meno insulina viene prodotta.

I biscotti Dabòn hanno un indice glicemico bassissimo, tale da non indurre quasi produzione di insulina.

Buona idea Dabòn, bel risultato Dabòn!